Annie Leibovitz: John Lennon e Yoko Ono, New York City, 8 dicembre 1980

Il 22 gennaio del 1981 veniva pubblicato e messo in vendita Rolling Stone, con in prima pagina quella chefu nominata la migliore fra tutte le copertine pubblicate nel XX secolo.

Jann Wenner, fondatore della rivista, aveva deciso che per quell’edizione non sarebbe servito alcun titolo, escluso il nome della testata. Yoko Ono e John Lennon erano stati immortalati l’8 dicembre del 1980, circa un mese e mezzo prima, nel loro appartamento nel Dakota Building a New York City, in occasione dell’uscita del loro disco “Double Fantasy”. 

La fotografa cui Rolling Stone aveva affidato il compito era Annie Leibovitz, che ormai collaborava con la testata da 10 anni. Uno dei primi servizi che Annie svolse per RS fu a soli 21 anni, nel 1970, proprio a John Lennon. Quel ritratto le valse la sua prima cover. Annie, ora ben più esperta, si concentrò proprio sulla copertina dell’album per capire quale immagine volesse ottenere.
Il loro era “un bacio semplice in un epoca logora” e quello che voleva trasparisse dall’istantanea doveva essere proprio la normalità del gesto affettivo tra due amanti, l’atto del ritagliarsi un angolo di paradiso nel sincero abbraccio dell’altro. 

La coppia aveva posato in nudo integrale per la copertina del singolo “Two Virgins”, perciò a Annie non deve essere sembrato strano proporre ai due di spogliarsi per lo scatto, ma Yoko era restia a sfilarsi i jeans. Per non rompere la naturalezza dell’atmosfera e creare tensioni Annie lasciò che Yoko restasse vestita, mentre John la stringeva a se, baciandole teneramente la guancia ad occhi chiusi.

La Polaroid scattò e l’immagine prese lentamente colore.
L’istantanea che ne era uscita era assolutamente suggestiva, soprattutto per la dimensione privata in cui la coppia lascia entrare l’osservatore, quasi la fotografa non fosse lì ad osservarli, mentre si coccolavano sul pavimento di casa loro, intimamente. Il commento di John fu “hai catturato esattamente la nostra relazione”. I tre si sarebbero rivisti qualche giorno più tardi per riguardare insieme tutti i provini.
Quella sera, però, alle 22:50 Mark David Chapman sparò cinque colpi a John, mentre stava per rincasare con Yoko. Fu portato immediatamente al Roosevel Hospital, ma verso mezzanotte morì.

Riguardandola oggi, quell’immagine sembra un addio. Yoko guarda altrove e John le si avvinghia attorno, quasi nel tentativo di consolarla della sua stessa assenza. È l’ultimo scatto a John Lennon, indissolubilmente unito alla sua compagna.

Fonti:


Annie Leibovitz – At work (p. 237, De Agostini Editore).

Annie Leibovitz, Life through a lens (DVD).

Lascia un commento